domenica 14 giugno 2009

Un importante 14% alle elezioni per il Parlamento Europeo

Il Partito Democratico di Santa Maria a Vico non può dirsi che soddisfatto dell’esito di queste elezioni europee. Il risultato ottenuto, pari a circa 870 voti, equivalente al 14% sul totale dei votanti, anche se basso, ha confermato che il Pd è il primo partito del centrosinistra a Santa Maria a Vico, distanziando di più di 200 voti il buon risultato dell’IdV. Dati molto importanti da tener presente nell’analisi di questa tornata elettorale e che evidenziano il radicamento del partito sul territorio sono: la presenza di un candidato locale, in quota UDC, che ha ottenuto circa 200 consensi in più del Pd; la campagna elettorale “a tappeto” del PdL spinto dalla chimera di far eleggere la Stasi affinché un nostro concittadino potesse occupare un posto al Parlamento italiano; il comportamento incoerente di grandi elettori ed iscritti al Pd che in questa tornata elettorale non hanno disdegnato di fare caseggiato per l’UDC o il PdL.
«I risultati di queste elezioni dimostrano la robustezza del gruppo che crede e lavora nel Partito Democratico a Santa Maria a Vico. – dichiara il segretario, Carmine De Lucia – Chi ha fatto votare altri partiti ha dimostrato il basso livello di affezione e, soprattutto, la volubilità legata al proprio interesse occasionale. Con noi ci saranno sempre più persone coerenti e con la voglia di partecipare». Da questo risultato, il Pd sicuramente sarà il partito che indicherà il nome del candidato a sindaco del centrosinistra per le future amministrative.
«Esprimendo solidarietà ai candidati locali – conclude De Lucia – riscontriamo, per la seconda volta, come il Presidente Papi Berlusconi abbia preso in giro il nostro territorio, illudendo i cittadini e sfruttando i loro voti per, poi, disattendere le promesse fatte. (La Stasi, infatti, non è stata eletta) Contrariamente ai modi personalistici adottati da Berlusconi, il nostro partito, lavorerà con impegno per portare Santa Maria a Vico ad essere rappresentata in Parlamento con scelte provenienti dal territorio e non imposte dall’alto».

Nessun commento:

YouDem

Yes, We Can - Barack Obama